Servizi


Certificato dei carichi pendenti
INFORMAZIONI GENERALI

Il certificato dei carichi pendenti attesta eventuali procedimenti penali in corso, nei quali l’imputato abbia assunto la qualità di imputato.

Leggi e regolamenti

Art. 27 D.P.R. 313/2002 - Testo Unico sul Casellario in combinato disposto con l’art. 60 comma 1) C.P.P.

Al pari del certificato del Casellario (causa Covid-19) dovrà essere prenotato online.

CHI PUO' CHIEDERLO
  • può essere richiesto personalmente dall'interessato, tramite persona delegata ovvero a mezzo del servizio postale all'indirizzo “Procura della Repubblica – Ufficio locale del Casellario Giudiziale – Via Garibaldi 6 – 40124 Bologna;
  • allo scopo di impedire che le richieste siano presentate da persone non legittimate, il richiedente deve esibire un documento di identificazione (carta d'identità, passaporto, carta di soggiorno), ovvero deve allegarne una copia all'istanza;
  • se si utilizza il servizio postale, oltre ai contrassegni telematici di pagamento dovuti per bollo e diritti, dovrà essere allegata una busta affrancata ed indirizzata al legittimato;
  • non verranno prese in considerazione le richieste incomplete e prive degli allegati e dei contrassegni necessari;
  • il certificato non verrà trasmesso a mezzo posta se il nominativo del destinatario è diverso da quello del certificato;
  • se si vuole richiedere o ritirare il certificato tramite delegato, il richiedente deve compilare apposita delega; il delegato deve sottoscrivere la domanda indicando il proprio domicilio e allegare la fotocopia di un documento di riconoscimento del delegante.
Dove
  • Può essere richiesto solo all'Ufficio del Casellario Giudiziale presso la Procura della Repubblica nella cui circoscrizione è compreso il Comune di residenza dell'interessato. Verifica qui per quali comuni è competente territorialmente la Procura della Repubblica di Bologna.
  • Per i minorenni tale certificato deve essere richiesto alla Procura della Repubblica per i Minorenni Casellario Giudiziale competente secondo la residenza del minorenne.

A Bologna l’Ufficio locale del Casellario Giudiziale si trova presso la Procura della Repubblica.

Piano: Terra
Stanza: 057
Telefono: 051 201897 [h.12.30-14.00],051201826[h.10,30-12,30]
Email: sportello.procura.bologna@giustizia.it  [eventuale richiesta di informazioni  sul servizio provenienti da utenti privati/avvocati]
PEC: casellario.procura.bologna@giustiziacert.it [solo per le richieste da parte delle Pubbliche amministrazioni o Uffici giudiziari]
Responsabile: dott.ssa Paola Melone
Orario: Dal lunedì al venerdì dalle 8,30-12,30 [martedì e giovedì anche nel pomeriggio dalle 15.00 alle 16.00]; 

DOCUMENTAZIONE RICHIESTA

Tale certificato si richiede compilando una domanda in carta libera, indirizzata alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Bologna- Ufficio Locale del Casellario Giudiziale; alla domanda dovranno essere allegati la fotocopia del documento d'identità non scaduto del richiedente. Per i certificati dei carichi pendenti:

  • 1 marca per diritti da 3,87 euro;
  • 1 marca da bollo da 16,00 euro;
  • Per le urgenze occorre aggiungere una ulteriore marca da € 3,87.

Tutti i certificati richiesti per uso adozione sono esenti dal pagamento di bolli e diritti.

La richiesta può essere consegnata da persona delegata dall’interessato, il quale dovrà comunque firmare personalmente l’istanza e l’atto di delega, come previsto dai modelli predisposti.

Se la richiesta viene inoltrata per posta occorrono, oltre alle marche da bollo:

  • fotocopia di documento di identità non scaduto del richiedente;
  • busta già affrancata e riportante l’indirizzo del richiedente, che l’ufficio utilizzerà per la spedizione di quanto richiesto.

Per gli interdetti, la domanda dev’essere presentata dal tutore che deve esibire il decreto di nomina.
La persona detenuta o inserita in una comunità terapeutica può inoltrare la richiesta per posta o tramite delegato.
I cittadini non appartenenti all’Unione Europea devono esibire il passaporto o il permesso di soggiorno non scaduto, con copia delle ricevute, qualora ne sia stato richiesto il rinnovo.

Il difensore che richiede il Certificato dei Carichi Pendenti in nome e per conto del proprio assistito dev’essere munito di espressa delega, non essendo sufficiente produrre l’atto di nomina.

L’ufficio è esentato da ogni responsabilità per le false dichiarazioni rese dagli interessati o da terzi (art. 73 D.P.R. 445/2000).

Validità

Sei mesi dalla data del rilascio.

Termini per il rilascio

Il termine per il rilascio dei certificati è di 7 giorni lavorativi; se richiesti con urgenza, il giorno successivo.

Autocertificazione

Ai sensi dell'art. 46 D.P.R. 445/2000 i fatti e le qualità personali oggetto del certificato carichi pendenti possono essere autocertificati dall'interessato in sostituzione del certificato emesso dall'ufficio Locale del Casellario Giudiziale. Vi invitiamo a consultare la scheda relativa all’autocertificazione per verificare se sussistono le condizioni per ricorrere all'autocertificazione.